Print

Posted in:

Milano omaggia Nicola Trussardi

Trussardi muore a Milano il 13 aprile 1999 in un incidente d’auto. È stato un grande stilista che ha contribuito a far conoscere il “made in Italy” in tutto il mondo. Come ad esempio nel 1988 disegna le divise per gli atleti italiani in occasione dei Giochi Olimpici del 1988 a Seoul, Corea del Sud.

Ha lavorato a Milano.  Quello che fa di Milano la “capitale della moda” non è solo il lavoro dello stilista, bensì è l’insieme di tante competenze di professionisti. Il quadrilatero della moda è il quartiere in cui si concentrano: gioiellerie, boutiques, showrooms, design e arredamento e si trova collocato nella zona storica e nella galleria Vittorio Emanuele II. Il quadrilatero è così chiamato, perché è idealmente delimitato da quattro strade famose come via Montenapoleone, via Manzoni, via della Spiga e Corso Venezia.  Inoltre, in Piazza della Scala, nel 1996, fu inaugurato all’ interno di Palazzo Marino alla Scala, Palazzo Trussardi, all’angolo fra via Santa Margherita e via Filodrammatici. Il grande stilista, Nicola Trussardi (1942-1999), così affermò riferendosi al “made in Italy” a Milano: “…la mia speranza, è che la fine di questo millennio, possa lasciare un segno indelebile nella città di Milano. Una città della Moda che possa contare sul nostro contributo diretto, su una serie d’impronte, di apporti creativi in prima persona… Una Città della Moda che non significhi semplicemente occupazione di palazzi storici, visto che la moda è necessità di modernità e di attualità, ma rappresenti invece l’occasione per coniugare industrial e fashion design, architettura e informatica, per mettere così in risalto quelle che sono forze culturali estremamente attive in ambito milanese”.  Un ringraziamento a Nicola Trussardi per le sue parole che dopo vent’anni possiamo dire parole profetiche.  Un grazie da Milano.

Stefania Monciardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.