Print

Posted in:

“Canne al Vento”. Un angolo di Sardegna a Milano

titolari cajk

DCF 1.0                                                                             titolari cajk (2) 

Nella foto, in alto: l’entrata                                                                Nella foto, in alto: i gentili titolari                                                

Canne al vento. Un continuo piegarsi al buon cibo. Deliziati dai delicati e appetitosi primi di pasta e stupiti dallo squisito pesce fresco. Queste sono le sensazioni che ci ha regalato pranzare da “Canne al vento”. Ristorante a gestione familiare, sito nella famosa zona di porta Venezia (via Rosolino Pilo, 14) ed inaugurato a Milano, nel 2002, da Walter Tatti e dalla consorte, signora Pasquina. I proprietari, originari direttamente della Sardegna, sono riusciti nell’intento di esportare con successo i meravigliosi sapori della loro terra in una cittá multietnica come Milano, grazie ai piatti tipici sardi quotidianamente proposti da oltre diciassette anni al popolo meneghino.

dfghjkl

Nella foto, in alto: una delle sale di “Canne al Vento”

Il loro locale “Canne al vento” il cui nome, come ci sottolinea il signor Walter, prende ispirazione dal libro della celebre scrittrice sarda Grazia Deledda vanta ben duecento coperti. Per l’esattezza, settanta presso la sala posta all’ingresso e centotrenta in una spaziosa veranda esterna, dedicata ai fumatori. Quest’ultima la troviamo attorniata da meravigliose piantagioni tropicali e non, che donano freschezza ad un ambiente prettamente familiare, il quale si distingue sia nella sala principale che nella altana esterna per la cordialità dei titolari e del personale.

canne al vento

Nella foto, in alto: altra ampia sala

I due coniugi e proprietari ci hanno sottolineato quanto per loro sia stato importante mantenere questo aspetto della familiarità durante gli anni della loro attività, facendo sentire il cliente a casa grazie ad una calorosa accoglienza ed un celere servizio. Fiore all’occhiello che ha stupito, in modo positivo, la nostra redazione?  Sicuramente il “menù del giorno”. Scritto a mano su un normale foglio di carta. Sembrerebbe superficiale, ma in un 2019 sempre più tecnologico fa piacere ritrovare la semplicità vecchio stampo che potrebbe far compiere un salto nel passato a chiunque.

cvbnm,.lò-à

Nella foto, in alto:  meravigliose linguine all’astice

Senza dilungarci in un’accurata descrizione del locale, di cui potete visionare le splendide foto allegate, o scoprire le immagini sul sito del ristorante www.cannealvento.it, non ci resta che invitare tutti i nostri lettori a pranzare, o a cenare presso questo eccellente restaurant, prenotando sul portale in precedenza menzionato. “Canne al Vento” si presta per  prelibati pranzi con peculiari menù del giorno e per incantevoli e succulente cene a suon di variegati antipasti di pesce da 4/5 portate.

dfghjklò

Nella foto, in alto: “sua maestà” pasta con le vongole

Dai più classici primi, come  spaghetti vongole e bottarga per finire con il miglior pesce fresco selezionato. Tutto ciò verrà perennemente accompagnato sul finale dalla degustazione di mirto, o grappa artigianale offerti amabilmente dalla casa. Vi alleghiamo, per concludere, qualche foto dei piatti, perché mille parole non renderebbero meglio l’idea, quella di prenotare al più presto.

                                                                                                      Giuliano Regiroli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *