Print

Posted in:

Strategie di adattamento. Così una pianta sfugge all’uomo

L’adattamento e l’evoluzione degli organismi sulla Terra non smette mai di sorprendere. Non solo quello del regno animale, in cui anche gli esseri viventi più semplici sono in grado di mutare e adattare le proprie caratteristiche in funzione della sopravvivenza. Tutto questo accade anche nel mondo vegetale. Lo dimostra la Fritillaria delavayi, una pianta che vive sui monti Hengduan, nel sud-ovest della Cina, e che ha sviluppato una strategia ingegnosa per sfuggire al suo principale predatore: l’uomo.

La piccola pianta, infatti, è stata a lungo usata come erba medicinale per le sue proprietà curative. I suoi colori sgargianti la rendono facile da trovare: il suo stelo presenta da tre a 5 foglie di un verde acceso e durante la fioritura produce un fiore a forma di tulipano di un bel giallo acceso.

Come ha evidenziato un gruppo di studiosi cinesi e britannici in un articolo pubblicato su “Current Biology“, la pianta sta mutando colore. Proprio nelle zone in cui viene raccolta maggiormente, i colori brillanti stanno lasciando il posto ai toni più spenti del marrone e del grigio.

Secondo i ricercatori, potrebbe trattarsi proprio di una strategia di sopravvivenza. La pianta, grazie alla mimetizzazione, si renderebbe meno appariscente e, quindi, meno rintracciabile dal suo predatore, aumentando le sue possibilità di sopravvivenza.

Luana Vizzini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.