Print

Posted in:

Sport da ring. L’intera Valdarno tifa a tutto campo per l’italomarocchino Mustapha Haida

Si terrà sabato 9 giugno a Figline Vladarno (FI) l’evento di Kickboxing FIGHT NIGHT VALDARNO.

Atteso il “clou” della serata con la disputa del Titolo Intercontinentale WAKO PRO di K1 categoria kg 71,800 tra l’italomarocchino Haida Mustapha e il francese Kamara Madicke. La sigla rappresenta i migliori atleti uscenti dai Campionati Internazionali WAKO (World Association of Kickboxing Organizations), che a sua volta coordina la Kickboxing nel mondo grazie al riconoscimento di Sportaccord (CIO). La serata organizzata dall’ASD Team Monis, si svolgerà presso il Palasport Don Bosco in via Roma 16 a partire dalle ore 20.00.L’atleta italomarocchino e il suo team saliranno sul ring con la doppia bandiera. “E’ un esempio di integrazione – dichiara il suo coach Dimitri Monini – e l’augurio è che lo sia per tutti gli extracomunitari ed italiani, affinché grazie allo sport le culture si fondino assieme e trovino un punto di unione”. Haida è infatti integratissimo nella società valdagnese e lui stesso dichiara “Ce la metterò tutta, spero di non deludere i miei numerosi tifosi che mi seguono continuamente con affetto”.

Nella foto, in basso: l’italomarocchino Mustapha Haida

Ventitreenne, Mustapha Haida pratica K1 da oltre quattro anni dividendosi tra il lavoro in una ditta locale di pellami e la palestra, allenandosi anche tre ore al giorno con i suoi maestri Dimitri Monini e Fabio Laiunese. Quest’anno termina una stagione sportiva strepitosa in cui ha vinto tutti gli otto incontri disputati. Haida ha sempre mostrato non solo colpi devastanti, grazie ai quali si è guadagnato il soprannome “Dynamite”, ma anche un’etica sportiva ed un fair play fuori dal comune, puntualmente sottolineati dalla stampa e dai media, che in lui hanno visto un esempio positivo per i giovani e per tutti gli appassionati degli Sport da Ring. L’atleta è stato costretto ad uno stop forzato a tre settimane dall’evento a causa di un doloroso stiramento muscolare ma – dichiara Laiunese – “è comunque riuscito a recuperare e sicuramente, grazie anche al supporto del pubblico di casa che lo segue con affetto, saràin grado di reggere tutte le riprese contro il suo avversario”.In programma nel corso della serata altri incontri nella specialità K1, di seguito il matchmaking: Gasmiro “Gas Gas” Binaj (ASD Team Monis) Vs Simone Benedettini (ASD Kurosaki Dojo di Pisa) per il Titolo Italiano Pro FIKBMS -56.400 KgSara Falchetti (ASD Team Monis) Vs Antonia De Mare (ASD Kidojo di Firenze)Andrea Butini (ASD Team Monis) Vs Daniele Feola (ASD Kidojo di Firenze) Ettore Mastrolorito (ASD Team Monis) Vs Simone Fazzi (Profighting & Fitness di Lucca)Zakaria Mourchid (Profighting & Fitness di Lucca)Vs Samed Memaj (ASD Kidojo di Firenze)Paola Cappucci (ASD Profighting di Prato) Vs Martine Michieletto per le Selezione Oktagon 2013. Emanuele Ciri (ASD Kidojo di Firenze) Vs Sahbi Abadla (ASD Contact Gym di Mantova) per le Selezione Oktagon 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.