Print

Posted in:

Niger, morto Maman Abou il giornalista che mi accompagnò al mercato degli schiavi

Speciale by
Massimo A. Alberizzi

Colpito un paio d’anni fa da un ictus dal quale non si era mai più ripreso è morto a Niamey, capitale del Niger, Mamane Abou, il giornalista che aveva rivoluzionato la stampa e l’editoria nel suo Paese. Pur essendo membro del partito al potere dalle pagine del suo giornale Le Républicain non disdegnava pesanti critiche al governo e all’establishment, accusato di corruzione e distrazione di fondi pubblici.

Maman Abou, giornalista nigerino

Di nazionalità tuareg attaccava spesso la sua tribù che accusava di perpetrare ancora la vecchia e disumana pratica ancestrale dello schiavismo.

In questa veste mi ha aiutato molto, quando ho visitato il Niger i villaggi sahariani alla ricerca di uno schiavo o di una schiava da comprare e liberare. Mi aveva procurato i contatti per entrare al mercato clandestino dei dannati a Tchintabaraden, un villaggio del Niger centrale.

Gli articoli che ho scritto allora li ripubblichiamo di nuovo qui e li dedico al mio amico Maman Abou, a ricordo della sua lotta per l’emancipazione dei più poveri e diseredati.

Massimo A. Alberizzi
massimo.alberizzi@gmail.com

Written by Massimo A Alberizzi

Massimo A. Alberizzi, inviato di guerra Corsera. Vive a Nairobi. Kenya.

19 posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.