Print

Posted in:

Le tartarughe Ninja: dal cartone animato al film

d

In Italia il 7 luglio 2016, è uscito in anteprima nelle sale cinematografiche il film “Tartarughe ninja 2: Fuori dall’ombra”. Titolo originale Teenage Mutant Ninja Turtles: Out of the Shadows, diretto da Dave Green. Il successo è assicurato in quanto si tratta del seguito del film del 2014 “Tartarughe Ninja”. Il film si è ispirato ad una serie di fumetti del 1984. Da questa serie sono nati in seguito i cartoni animati realizzati per la televisione negli anni ottanta. I protagonisti sono delle giovani e simpatiche tartarughe mutanti in grado di parlare e di muoversi come ragazzi. Non sono semplici tartarughe, conoscono l’arte marziale del Ninjutsu, l’arte dell’invisibilità. I loro nomi: Leonardo, Raffaello, Donatello e Michelangelo. Sono i nomi dei quattro più grandi artisti italiani del Rinascimento (1400), perché facevano parte del “progetto Rinascimento” così denominato dal gruppo di ricercatori. I ricercatori erano il padre della giornalista April O ‘Neil e il futuro capo del Clan del Piede, Shredder. Alle tartarughe mutanti gli viene insegnato dal loro maestro Splinter, un topo mutante, l’arte marziale giapponese del Ninjutsu che significa in italiano arte dell’invisibilità. Da subito il maestro si accorge della loro capacità d’imparare facilmente la disciplina diventando dei bravi guerrieri. Le Tartarughe Ninja sono diventate sensei, pronte a lottare per difendersi dal clan del Piede che li voleva catturare, sapendo che potessero essere una minaccia per i loro loschi affari nella città di New York. Ma anche perché il cattivo Shredder, che sapeva del perché le tartarughe si fossero mutate, voleva l’antidoto della mutazione che rende più forti e agili. Le tartarughe, hanno delle maschere di colore diverso e tecnica di combattimento differenti. Leonardo ha una maschera blu e utilizza la Katana. Raffaello ha una maschera rossa e usa il pugnale Sai. Donatello ha una maschera viola e usa abilmente il bastone Bò.   Michelangelo ha una maschera arancione e usa i Nunchaku. Al di là di quello che sono in grado di fare hanno un carattere gioioso e simpatico e sono amanti della pizza definita nel film del 2014 capolavoro italiano dal maestro Splinter. Non resta altro che andare a vedere il seguito del film. Buon divertimento!

Nella foto, in basso: le attuali Tartarughe Ninja

ds

Stefania Monciardini

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *