Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Govone apre i battenti al suo Natale

copertinA GOVONE

Dal 18 novembre al 26 dicembre 20017 , tutto il paese di Govone vive il suo magico Natale. Domenica  19 novembre 2017,  ci sarà la grande inaugurazione con un pomeriggio dedicato a giochi e divertimenti per piccoli e grandi. I festeggiamenti per il Natale in questo paese del cuneese, situato fra Alba ed Asti, hanno preso avvio una decina di anni fa.

Castello di Govone. Particolare di un interno
Nella foto, in alto: Castello di Govone, particolare interno

I divertimenti coinvolgono anche il suo castello, residenza sabauda, che è  stato incluso nella lista del Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO  e, ogni anno, diventa il cuore pulsante della festa. A partire dal giorno 18 novembre 2017, tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi fino al 26 dicembre, si svolgerà il classico mercatino di Natale con oltre 90 espositori, fra artigiani e produttori, provenienti da molte regioni italiane.  L’artigianato è il maggior protagonista:  si racconta e si illustra, con grande passione, la storia di ogni articolo.

particolare della giostra Carosello
Nella foto, in alto: tipico cavallo della giostra a carosello

Dal 19 novembre,  Piazza Baratti & Milano, viene arricchita dalla Giostra a Carosello e dal mercatino vintage Profumi e Balocchi,  che espone oggetti d’altri tempi  in chiave natalizia.  Inoltre è possibile accedere al castello, famoso per i suoi ambienti interni e il giardino settecentesco. Fortezza medievale,  è stato restaurato, con forme barocche, dai conti Solaro. Acquistato nel settecento dai Savoia, è divenuto la residenza estiva di Carlo Felice.  Nel periodo natalizio, è possibile visitarlo tutti e sabati , le domeniche e i giorni festivi,  dalle ore 10,00 alle 11,15 e dalle 14,00 alle 15,15.

officina di cucina
Nella foto, in alto: officina di cucina di nonna Langa

Sicuramente divertente è la Cucina di Nonna Natale che si trasforma in uno spettacolo in cui la signora Klaus, aiutata dai suoi divertenti cuochi elfi, dà  vita ad una rappresentazione interattiva in cui musica, comicità e cultura,  trasporteranno il pubblico nel magico mondo culinario del Paese del Natale. Attraverso una favola si racconterà della panificazione, che ha antiche origini nella tradizione locale. Altre attività presenti sono:

Il pranzo alla Locanda:  offre speciali piatti della tradizione, preparati con ingredienti genuini, con menù diversificati per bambini,  celiaci  e  vegetariani.

Inoltre vi sono numerosi  laboratori , tra i quali:

Re willy
Nella foto, in alto: il laboratorio di Re Willy

Il  re Willy e la dolce fabbrica dorata:

illustra la storia del meraviglioso cioccolato piemontese. Nel laboratorio, Re Willy racconta la sua avventura che parla di monete d’oro, cioccolato e felicità. Il laboratorio aiuterà a  costruire meravigliosi pasticcini al cacao.

Omini di Pan di Zenzero:

due omini piccoli piccoli, un uomo e una donna, producono questi fragranti biscotti allo zenzero.

nonna Pannocchia e la sua polenta

Nella foto, in alto: nonna Pannocchia e la sua polenta

Nonna Pannocchia:

si raccontano ricette di mais. Con le sue magiche storie, la nonna di Langa, insegnerà  a ricavare il burro dal latte. Si prepareranno , anche, merende tipiche del luogo da mangiare tutti insieme. Conte Maio e nonna Pannocchia, insegneranno a far la polenta con l’acciuga. Si vivranno storie di antichi giochi contadini.

Briks4Kids:

giochi tesi a migliorare la manualità e le competenze matematiche. Si realizzeranno costruzioni con Lego  in 3D. E’ adatto solo per bimbi accompagnati da adulti.

Laboratorio del legno.

Parco avventura:

Mini Parco Avventura

Nella foto, in alto: il mini Parco Avventura

con ponti di corda sospesi nel parco del castello, ancorati alle piante. Tiro con Arco e giochi d’equilibrio.

Da non trascurare inoltre: enoteca, Street food, mostra di dipinti e ricordi, storie di come si vive il Natale in vari paesi del mondo raccontati attraverso  brevi spettacoli di teatro popolare.

Michele Bianchi

Natale Piemonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *