Print

Posted in:

Arance. Un bene assoluto

image

Arancio. Albero della famiglia delle Rutacee, detto anche citrus sinensis. Il suo frutto? Naturalmente, la famosa arancia. Chi non l’ha mai consumata? Chi non la conosce? Le arance, poi,  possono essere di vario tipo: dolci, o amare. Di color arancione, o di color rosso. E, le origini di questo poliedrico frutto?  Si pensa che tale agrume sia un remoto ibrido. Figlio del pomelo e del mandarino. Per il primo, come anche per il secondo, corre voce che siano annoverati tra le poche specie da cui derivano tutti gli agrumi. Cresce in modo autonomo. I suoi natali, invece, li deve alla lontana Cina. L’arancia è celebrata come frutta invernale. Dovrebbe essere stata importata in Europa dai marinai, ma solo nel XIV Secolo. Con ogni probabilità, varco’ le frontiere europee seguendo la via della seta. L’arancia s’impose, così, in quasi tutti i Paesi dell globo. E, le  sue varietà sono parecchie.

image
Nella foto, in alto: arance, a polpa rossa

L’altezza di un albero adulto? Può toccare sino i dodici metri d’altezza. Oltretutto, è molto prolifero. Puo’ dar vita a anche a cinquecento frutti in un anno. Riposando solo tre mesi. Il frutto è di forma tonda,  con la buccia leggermente ruvida e la polpa carnosa e  gustosa. Le arance succose sono quelle piu’ adatte alla spremuta. In special modo, nella polpa rossa sono contenuti pigmenti antocianici- tarocco, etc. Dalla buccia di questo popolare agrume si estrae l’olio essenziale. Si producono i canditi. Ed è una preziosa fonte di essenze. Dalla distillazione, infatti, dell’essenza di arancia si ottiene il terpene. Usato come solvente naturale per le vernici. Ne derivano, poi, i succhi, nei quali la buccia viene separata preventivamente. In cucina spesso le arance si possono trovare in insalate agro- dolci, in marmellate, creme per dolci, in alcune famose ricette “anatra all’ arancia”. Con i fiori d’ arancio, ancora, si possono costituire composizioni floreali per matrimoni (anticamente significava ” la castita’ della sposa”, ndr). Le scorze d’ arancia, inoltre, sono associate al cioccolato nel dolciario. Nella proprietà dell’arancia si rileva, in aggiunta, l’azione antiossidante, antinfiammatoria, drenante, in quanto contengono 70-80% d’acqua. In più, contengono fruttosio, sali minerali vitamina C ma anche B. Contrastano l’invecchiamento cellulare causato dai radicali liberi.

image
Nella foto, in alto: la zagara, o fiore d’arancio

 Rinforzano il sistema immunitario. Poco caloriche sono, pure, consigliate nelle diete dimagranti. In esse e’ contenuto l’acido citrico che introdotto nell’organismo abbassa il PH   (acidita’, ndr). Fegato, reni e pelle sorrideranno. I suoi derivati sono ormai contenuti per le proprieta’ benefiche in creme viso-corpo, bagnoschiuma, saponi da bagno, profumi. Molto efficaci nella prevenzione di tumori del colon. La vitamina C contenuta nell’ arancia favorisce l’assorbimento del ferro, dimostrando proprieta’ antianemiche.

                                                                               Dr. Giovanna Lombardo  (medico chirurgo)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.