Print

Posted in:

Anche i wrestler subiscono ingiustizie

 Pero, Sabato, 24 settembre 2016. Evento, Unleashed energy. Brutto episodio ai danni di alcuni atleti del wrestling. Chissà quante volte abbiamo pensato che i wrestler siano dei supereroi. Di sicuro, non salvano l’umanità dai criminali intergalattici. Ma, certamente, ci salvano dalla noia delle serata davanti ad una televisione che non ha più nulla da dare e nulla da dire. Non lasciano mai trapelare nulla, o quasi, delle loro identità segrete. Chi scrive, invece, nelle vesti di Lois Lane, è sempre in giro tra un ring e l’altro per svelarvi ogni cosa. Non avete idea di tutti gli imprevisti che possano ritardare l’inizio di uno show. O, che possano mettere gli atleti di malumore. Per esempio, questa volta, nel backstage ci si accorge che è sparito il cellulare di TG, quello di Whisper, la giovanissima atleta svizzera e i soldi di quest’ultima. Con che umore pensate che questa ragazza possa salire sul ring, e rischiare i farsi male, per divertire un pubblico di quel popolo che la invita per poi derubarla? Sapete che figura barbina abbiamo fatto all’estero? Chiunque sia stato, e sappiamo per certo che leggerà tutto questo – perché solo uno degli addetti ai lavori poteva avere accesso al backstage – si vergogni al massimo grado possibile. Rubare per fame non è onesto ma … almeno è comprensibile. Ma questa è stata cattiveria allo stato puro per gettare fango sull’Italia e sul wrestling. Il match di Whisper era scarso e non vi è piaciuto? Dopo quello che è successo, la nostra inviata, Erika Corvo, sul ring ci sarebbe salita soltanto per sputare sul suolo italico e tornarsene a casa.

 

 

 

 

12187706_914990728585210_8679665023792313173_n
Nella foto, in alto: la giovanissima e bella Whisper

                                                                                                                                                              Erika Corvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.