Print

Posted in:

Sri Sri Yoga. Anche per i bimbi. Un’ottima base per qualsiasi arte marziale.

Nella foto, in alto: immagine di bimbi in posizione yoga

Ecco una spiegazione per i più piccoli:

Cos’è lo Yoga?

Lo Yoga non è una religione ma una disciplina antichissima che si è affermata in ormai tutto il mondo.

E’ formato da tecniche ed esercizi (dai più semplici ai più complessi) , con lo scopo di garantire la salute fisica e mentale degli esseri umani di ogni età.

Essendo questa filosofia (giacchè di filosofia si tratta, ndr,) originaria dell’Oriente e, più precisamente dell’India, ne trae i ritmi e le atmosfere, richiedendo alla persona occidentale che vi si accosta, un po’ di pazienza, attenzione ed intuizione, allo scopo di coglierne tutti i messeggi.

La parola “Yoga” deriva dall’antica lingua indiana: “il sanscrito”, e significaunione, cioè armonia del corpo e della mante.

Lo Yoga è perciò un modo di vivere (uno stile di vita, ndr.) semplice e gioioso con gli altri e con la natura.

Anche per i bambini lo Yoga è un portento…

Piccola curiosità. Il bimbo che pratica Sri Sri Yoga si chiama “Yogi” mentre la bimba “Yogini”.

Com’è nato lo Yoga”?

Si racconta che centinaia di secoli fa in India, dentro un’immensa grotta, sulle cime di un alto monte, vicino ad un laghetto pieno di profumati fiori di loto, il Dio Shiva decise di svelare i segreti dello Yoga alla sua dolce e amata sposa, la Dea Parvati.

Un pesce, nascosto fra i galleggianti fiori di loto, ascoltava incantato la melodiosa voce di Shiva. Poco alla volta imparò così lo Yoga, fino ad allora conosciuto soltanto dagli Dei. Grazie agli esercizi imparati, osservando Shiva e Parvati, il pesce riuscì a trasformarsi in uomo, e si chiamò Matsyendra, che in sanscrito vuol dire “pesce fatto uomo”.

Egli divenne così il primo maestro di Yoga in India.

Da allora, attraverso millenni, Sri Sri Yoga si è espanso con estrema rapidità, non più solo con la parola, come avveniva nei tempi antichi, ma anche attraverso gli esercizi fisici che si apprendono nelle apposite scuole.

E i Mandala?

“Mandala”, cioè cerchio, parola sempre di ceppo sanscrito.

I Mandala sono figure simboliche. In origine erano usati per rappresentere il cielo, il corpo umano, i cicli della natura, come le stagioni, ecc.ecc.

Il centro rappresenta l’inizio, l’origine di tutto ciò che esiste, e al tempo stesso il punto “a cui tutto tende a tornare”.

Disegnare o colorare un mandala ci aiuta a rilassarci, a placare la mente e a liberare la creatività nascosta nel profondo di ciascuno di noi, proprio come una meditazione.

I Mandala possono essere colorati con i mezzi grafici più disparati: matite, pennarelli, pastelli a cera, acquarelli, tempere a seconda della lucentezza che si vuol dare al disegno.

Gli effetti che si otterranno saranno straordinari… tanta calma, serenità e di tutto e di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.