Print

Posted in:

Linguaggio della moda

gr
Nella foto, in alto: borsa Gucci, collezione 2016

La moda da sempre usa per esprimersi, per comunicare, un linguaggio visivo. Gesti, forma e colore è la stessa semiotica utilizzata in pittura. La moda nelle sfilate è come una performance moderna, gli abiti intesi, quadri che si muovono a ritmo di musica. La moda si appropria anche del linguaggio della fotografia , del cinema, della pubblicità. Anche se il momento più importante rimangono le sfilate perché apre, svela al pubblico l”arte, la creatività dello stilista. L’iniziazione dello stilista dove ha la possibilità di farsi conoscere, di mostrare il suo genio. Il pubblico diviene parte integrante di questa magia. Il successo del creativo dipende da questa grande, avvolgente, magica performance. La sfilata di moda. Deve essere un linguaggio vivo, all’avanguardia. Lo stilista deve essere in grado non solo di interpretare il comportamento futuro dei giovani, delle persone in generale ma deve tener conto di diversi fattori, come: la stagione, la cultura, i gusti ecc. In base a questo complesso di fattori, d’intreccio d’idee, in storia dell’arte per l’analisi di un quadro, si analizzano anche gli abiti come completamento del significato dell’opera. Non dimentichiamo la religione che anch’essa come tutti sappiamo,  si manifesta anche attraverso il vestiario, l’abito. Grande importanza sono i colori e lo stile.

dui
Nella foto, in alto: borsa di Valentino, collezione 2016

La moda diviene linguaggio di una morale, di un’etica, riconoscimento di uno stile ( sportivo, elegante), così da essere una grande forza espressiva per la nostra società. La moda è un settore particolare dell’economia mondiale. Il manager della moda si trova di fronte a delle sfide complesse, multiculturali, multietniche. Un esempio di marchio che fa la storia a livello mondiale è lo storico marchio Louis Vuitton. Dolce & Gabbana, Moschino,Versace, Trussardi, Cavalli, Armani, Valentino, Gucci e molti altri hanno fatto conoscere il made in Italy a livello mondiale.

Stefania Monciardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *