Print

Posted in:

Inquinamento da web. L’agenda 2030. Obiettivo 3

Il web crea isolamento. Per necessità o per voluttà si sta diffondendo un nuovo tipo di inquinamento un nuovo sistema quello del web. L’attenzione alla natura rappresenta un elemento importante, oltre che nella vita di ogni persona. Nonostante ciò nel 2015 si sia firmato un documento di salvaguardia del pianeta in tutte le sue forme.

OBIETTIVI
Nella foto, in alto: I 17 obiettivi dell’Agenda 2030

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile e i Paesi firmatari si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. Uno degli obiettivi il numero tre è quello: “Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età”. Declinato così: “Per raggiungere lo sviluppo sostenibile è fondamentale garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età. Sono stati fatti grandi progressi per quanto riguarda l’aumento dell’aspettativa di vita e la riduzione di alcune delle cause di morte più comuni legate alla mortalità infantile e materna. Sono stati compiuti significativi progressi nell’accesso all’acqua pulita e all’igiene, nella riduzione della malaria, della tubercolosi, della poliomielite e della diffusione dell’HIV/AIDS. Nonostante ciò, sono necessari molti altri sforzi per sradicare completamente un’ampia varietà di malattie e affrontare numerose e diverse questioni relative alla salute, siano esse recenti o persistenti nel tempo”. Oggi non dobbiamo trascurare gli effetti del web sulle menti delle persone che pian piano si stanno delineando.  Inquinamento interno più insidioso per la qualità di vita dell’uomo, la mente. Sempre più attivi e mai stanca. Si dorme sempre meno, si socializza sempre meno. Si è sempre sovraeccitati a d andare sempre più veloci. In un minuto si vuole mangiare, rilassarsi e giocare. Non siamo più in grado di scandire il tempo al tocco dei minuti dal suono di una campana. Non siamo soli, siamo milioni e milioni di persone tutte interconnesse con il web. Il tutto va scapito della socializzazione soffrendo di solitudine. Siamo di fronte in una condizione di disagio sociale, scarsa capacità di socializzazione, incapaci di esprimere emozioni, a seguito di mancate risposte alle loro domande d’integrazione sociale.

Stefania Monciardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.