Print

Posted in:

Il Kung Fu ci invita a Pechino con un mini-viaggio ‘low coast’

Prima della partenza, si suggerisce la visione di un bellissimo film: Lost in Beijing (Cina, 2007). Titolo originale: Ping guo, di Yu Li con Tony Leung Ka Fai, Bingbing Fan, Dawei Tong, Elaine Jin, Meihuizi Zeng. E’ facile perdersi a Pechino, metropoli alveare che brulica di variegata umanità. Ed è assai difficile ritrovarsi. Lost in Beijing racconta esperienze umane in una metropoli in cui sei solo una goccia d’acqua in un oceano. La Cina è sempre più vicina, Pechino con la sua immensità ha ormai lo stesso aspetto di una metropoli occidentale soffocata dall’ansia di essere moderna ed efficiente, dove poco spazio rimane ai sentimenti. Da una parte i nuovi ricchi che cercano di ostentare i loro status symbols, dall’altra i proletari che devono pensare solo a lavorare, a produrre per il sistema.” Pechino, culla del Kung Fu.

Nella foto, in basso: A Pechino la pratica del Kung Fu all’aria aperta

Raccoglie una moltitudine di luoghi d’interesse e di storie legate a leggendari imperatori, carismatici guerrieri e filosofi, uomini politici e studenti determinati a portare avanti i diritti civili della propria popolazione. La capitale della Repubblica Popolare Cinese sopravvive nei suoi templi, nei palazzi imperiali, negli antichi viali huton e si affianca ad una città in crescita esponenziale, moderna, fatta di grattacieli e treni superveloci Pechino, distrutta e risorta più volte (Genghis Khan la incendiò nel 1215), si sta accreditando come potenza mondiale e si prepara ad investire nel proprio futuro più di ogni altra città al mondo.

Nella foto, in alto: Pechino al “sunset”

6 giorni-4 notti a disposizione per perdersi nei labirinti di questa città unica per intensità storica ed umana: visita al Palazzo d’Estate, a Piazza Tian’am Men, la quale porta il nome di “ Porta della Pace celeste”, divenuta simbolo della nazione.A seguire lo Zijincheng, nota come Città Proibita, il più grande monumento storico di tutta la Cina di incredibile bellezza, dove trovava vita quotidiana la città imperiale sotto la dinastia Ming, che dal 1987 è parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.Gli ultimi due giorni saranno dedicati alle Tombe Imperiali Ming, alla Grande Muraglia e al Tempio del Cielo.Il pernottamento all’ Hotel TRADERS**** by Shangri-la: business hotel moderno e con eccellenti servizi, SPA e fitness center, situato in posizione strategica proprio accanto al China WorldCenter, grande shopping center dove poter acquistare mega brand del lusso a costi supervantaggiosi.

Nella foto, in basso: Pechino e i suoi giardini

La quota di Euro 460 comprende: soggiorno di 4 notti a Pechino, n. 4 colazioni, n. 2 pranzi, n. 3 cene e visite guidate. (minimo 6 persone). La quota non comprende: voli intercontinentali e le relative tasse aeroportuali; alcuni pasti, bevande, mance, eccedenza bagagli e le escursioni facoltative.

Pure, per gli amanti delle arti marziali cinesi non sarà difficile trovare e, oltretutto, a buon mercato ottimi corsi e “stage” tenuti dai maestri locali

Partenze 2012: Novembre 5/19 – Dicembre 3Partenze 2013: Gennaio 2-21 – Febbraio 11-18 – Marzo 4-18.

Per prenotazioni e ulteriori informazioni contattare GOASIA (tel. 071-2089301 – www.goasia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.