Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Il Kalari Payat. Dal Nair dell’India a novità del Taiji Festival 2008!

Cos’è il Kalari Payat?

E’ una delle più remote arti marziali oggi conosciute.

Praticata dagli antichissimi guerrieri Nair dell’India.

Il Kalari Payat è nato dall’osservazione degli animali e si esegue in luoghi ritenuti in un certo modo sacri, chiamati Kalari.

Quest’arte si snoda in tre stili:

1) Lo stile del Nord, in cui si usano parecchio le gambe. Salti. Ed è collegata allo yoga e alla medicina ayurvedica.

2) Lo stile del Sud dove si utilizzano più che altro le braccia e si rifà alla medicina Siddha.

3) Lo stile Centrale, l’ultimo, forse il più esoterico in assoluto, che si esegue su peculiari figure geometriche, chiamate Kalam, che il Maestro traccia sul terreno prima di iniziare la lezione ed è di diritto esclusivo della corrente mussulmana Sufì.

Comune denominatore di tutti e tre gli stili è lo studio del Marma Adi, l’arte di trattare i punti vitali, e della medicina tradizionale.

Un maestro di Kalari Payat non ha eguali nell’arte del massaggio.

Attualmente, grazie al Governo Indiano, il Kalari Payat sta avendo un buono sviluppo sia in India che in Occidente.

Questa disciplina è troppo importante ed efficace affinchè si perda con il tempo!

Massimo esponente vivente di quest’arte marziale?

Senza dubbio è il Maestro Kaitha Valappil Mohamed Jamsheer.

Laureato in fisiatria e lavora presso il più importante ospedale di Kannur.

Ha insegnato in varie nazioni: Corea, Giappone, Francia, Germania, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *