Print

Posted in:

Gli Animali. A ciascuno il proprio modo di vedere il mondo

Vi siete mai chiesti come vedono  gli animali? E’ senza dubbio molto interessante scoprirlo poiché ogni tipo di animale ha un proprio modo di vedere  le cose.  La disposizione degli  occhi  incide fortemente sul   loro sistema  visivo , sulla elaborazione delle immagini che arrivano al cervello e alla percezione delle onde luminose. L’occhio, nella sua struttura, è molto simile per tutti:  cioè è una cavità sul cui fondo si trovano cellule che percepiscono onde luminose che consentono di formare immagini.

occhi di medusa
Nella foto, in alto: occhi di medusa

Gli occhi più semplici li hanno le meduse che, seppur prive di cervello, sono abili nell’evitare in un batter d’occhio gli ostacoli. Alcune varietà  hanno una vista sviluppata verso l’alto per individuare ciò che c’è sulla superficie dell’acqua. Altre, che vivono nei fondali, hanno occhi bassi capaci di captare le variazioni della luce e,  grazie al loro potente fascio di nervi sul quale convergono le informazioni raccolte dagli occhi, aggirare gli ostacoli.

occhi di insetto volante
Nella foto, in alto: occhi di insetto volante

Immediatamente di un livello superiore troviamo  gli occhi degli insetti: 2 occhi posti in zona dorso laterale del capo. Il loro occhio è costituito da un insieme di unità ottiche. Esse sono più numerose e più sviluppate in quelle specie che le devono utilizzare per catturare prede volando, mentre sono  in numero  inferiore, per gli insetti da terra che sono privi di ali. I molluschi possiedono  numerosi occhi sparsi sul mantello come  adattamento probabilmente alla capacità di nuotare.

mollusco Nautilus
Nella foto, in alto: mollusco Nautilus

A differenza dei molti invertebrati,   alcuni molluschi reagiscono agli stimoli luminosi grazie a cellule sensoriali sparse sul corpo, altri invece hanno cellule raggruppate che permettono di ricevere la luce da una sola direzione per avere la possibilità di meglio orientarsi. Altri ancora hanno l’occhio a fossetta, ricoperto da epitelio che funge da camera oscura. Gli occhi dei vertebrati sono sempre pari e sono costruiti sul modello di una camera oscura e un apparato , che consente di mantenere  il cristallino e la cornea umidi, capace di produrre sulla retina immagini distinte degli oggetti esterni. Più l’occhio è articolato e più le immagini che riceve sono precise.

occhi di gatto
Nella foto, in alto: occhi di gatto

A seconda della specie, cambiano le onde percepite. Ci sono insetti che riescono a vedere  anche raggi infrarossi e ultravioletti, Ogni segnale che proviene dagli occhi, viene elaborato dal cervello per formare un’immagine più o meno corrispondente alla realtà circostante.

il muso di un cavallo
Nella foto, in alto: occhi di cavallo

Alcune curiosità:

Gli insetti vedono circa 200 immagini al secondo contro l’uomo che ne vede 18

Il gatto ha un campo visivo si 200°, l’uomo solo di 180°

Il cavallo ha un campo visivo più completo: vede a 350°

 Michele Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.