Print

Posted in:

Frida Kahlo. L’artista dalla spina bifida

frida-kahlo-the-broken-column-pg-reproductions
Nella foto, in alto: Frida Kahlo. La colonna spezzata

Frida Kahlo (1907-1954), importante artista internazionale per la storia del Novecento.La sua città natale Coyoacán, ( che significa letteralmente luogo del coyote N.d.R.), si trova a sud-ovest di Città del Messico. Non per sminuire la figura della grande artista, ma un turista visita questa cittadina anche per le sue origini e tradizioni.  Centro che fa parte delle 16 delegazioni di Città del Messico, discendenti del popolo Azteco. La capitale dell’Impero Azteco era Tenochtitlan, situata dove oggi sorge Città del Messico. Uno degli aspetti più sorprendenti della civiltà azteca era rappresentato dai suoi templi somigliano alle piramidi egizie, la medicina olistica e la bevanda del cioccolato.  Per ritornare alla pittrice, la sua città per ricordarla a trasformato la sua casa Azul (casa Blu) in un museo che si trova nel centro storico. Contiene la maggior parte dei suoi quadri più importanti. Nome completo dell’artista Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón, fu una persona sfortunata in salute, nata con la spina bifida. La Spina Bifida è una grave malformazione congenita che interessa la colonna vertebrale del nascituro durante i primi mesi di gravidanza. Non è possibile guarire dalla Spina Bifida. Ottobre in Italia è il mese Nazionale della spina bifida e l’Associazione Spina Bifida Italia (ASBI), promuove e organizza iniziative mirate a fare informazione per parlare di prevenzione e qualità della vita delle persone con spina bifida.  Per chi fosse interessato ad approfondire questo argomento può andare nel sito www.spinabifidaitalia.it

85fbc5d1a950f6cec7072ba792c6b774Nella foto, a sinistra: Frida Kahlo, Me and My Parrots

Frida fin dall’adolescenza manifestò una personalità molto forte, unita a un singolare talento artistico e uno spirito indipendente e passionale, riluttante verso ogni convenzione sociale. A diciotto anni ebbe un incidente. Il pullman che la stava riportando a casa si scontrò contro un muro, Frida si spezzò la colonna vertebrale. Subì 32 operazioni chirurgiche e dovette stare a letto immobile per anni, intrappolata dentro a un busto che teneva insieme il suo corpo. La pittura oltre che essere la sua passione divenne la sua terapia per il suo benessere psico-fisico, divenendo uno strumento di realizzazione personale e di inclusione sociale. La sua pittura rispecchia la sua personalità messicana e il suo stato psico-fisico, dolore e solitudine. Il suo genere pittorico ricorda molto la cultura e l’arte azteca, per i colori intensi e linea decisa. Il suo lavoro a livello sociale fu riconosciuto in tutto il paese, in quanto si sentiva figlia della rivoluzione messicana iniziata nel 1910 per porre fine alla dittatura.

 

Michele Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.