Print

Posted in:

Enneagramma: mappa di un viaggio interiore.

L’Enneagramma , parola di origine greca composta da ennea , che significa nove e gramma ,che significa punti, è un sistema popolare utilizzato per l’individuazione delle varie Personalità, che si possono raggruppare in nove tipi.  La teoria dell’ Enneagramma sostiene  che ognuno di noi ha una pulsione o preoccupazione centrale creata dal nostro modo di prestare attenzione, cercare o evitare certe cose (o situazioni) nella vita.

simbolo dell'Enneagramma
Nella foto, in alto: simbolo dell’Enneagramma

Ogni tipo di personalità ha una caratteristica dominante e da questo tratto centrale si dirama una rete di preferenze, strategie e tendenze minori che contraddistinguono gli individui. Esso è rappresentato con un simbolo costituito da un cerchio con nove punti di riferimento, uniti  fra loro in base ad un determinato ordine. Di origini molto antiche, venne utilizzato dai  maestri Sufi per interpretare le leggi dell’universo.

G.I. Gurdijeff
Nella foto, in alto: G.I. Gurdijeff che negli anni ’20 riscoprì il valore dell’Enneagramma

Riscoperto negli anni ’20 del secolo scorso dal filosofo Gurdijeff, venne poi ripreso e utilizzato quale tecnica per  la scoperta delle personalità, negli anni  ’60, da Oscar Ichazo e da Naranjo.. L’utilizzo dell’Enneagramma è finalizzato all’individuazione dell’enneatipo del soggetto che si sta esaminando per trarre una conoscenza immediata della sua personalità.

 

Libro Oscar Ichazo
Nelle foto, in alto: Ichazo e Naranjo che hanno utilizzato l’Enneagramma come tecnica per la scoperta della personalità.

Il genere umano è classificabile in nove tipi o personalità psicologiche, ma i nove diversi  temperamenti, riconducono sempre al principio dell’unicità dell’essere umano. L’enneatipo non è statico,  può cambiare nel corso della vita a seconda delle esperienze varie  che l’individuo, di volta in volta, si trova ad affrontare.

enneagramma passioni e virtù
Nella foto, in alto: passioni e virtù

Negli ultimi decenni, l’uso dell’Enneagramma è andato estendendosi in vari ambienti perché considerato utile strumento di autoconoscenza e educazione. Viene inoltre utilizzato nella formazione religiosa, nella scuola, nel mondo imprenditoriale, nel counseling e la psicoterapia, nel mondo delle medicine alternative, nonché nel  teatro, arte, grafologia e altri orizzonti di applicazioni innovative. Un numero crescente di ricerche sta contribuendo a dare credibilità scientifica a uno strumento che vanta solidi riscontri e conferme nella prassi.

COLLOQUIO DI LAVORO
Nella foto, in alto: un colloquio di lavoro

Oltre all’innegabile valore che riveste  per la propria crescita personale, l’Enneagramma può contribuire a migliorare le relazioni familiari, la crescita professionale, il lavoro d’equipe, l’educazione dei bambini e giovani, la gestione dei conflitti e così via. Nonostante i risultati sostanzialmente positivi conseguiti nell’uso di questo strumento, non sono mancate voci allarmistiche di contestazione. Queste provengono in particolare da ambienti cattolici. Sono critiche difensive o di aperta ostilità, avanzate da persone che non conoscono o hanno una vaga conoscenza dell’argomento. Le riserve hanno spesso a che vedere con le sue origini esoteriche o con la sua collocazione all’interno del calderone del New Age. In effetti l’Enneagramma aveva una trasmissione esoterica: faceva parte di una scienza segreta o di una sapienza nascosta tramandata da insegnante ad allievo.

Michele Bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.