Print

Posted in:

Dal Brasile un’arte marziale a suon di berimbau. La Capoeira

jjuLe origini risalgono intorno al 1580, quando in Brasile c’era ancora la schiavitù. Nata tra gli schiavi come autodifesa senza contatto in forma di danza. Gli schiavi al termine delle loro giornate si riunivano e ripercorrevano con la memoria il loro passato di libertà con i canti, le danze, le musiche ed i rituali: tra questi uno diventò capoeira. Inventarono una lotta incentrata sulla forza e agilità delle gambe. La lotta danza, che unisce musica e arte marziale in un gioco, con finte e attacchi di grande bellezza ed eleganza creando spettacolari forme acrobatiche. La danza è una samba e la musica viene fatta con tamburo e berimbau. Comunque informazioni storiche sulla sua nascita precise non ci sono.  Nel XIX secolo, a Rio de Janeiro la capoeira venne associata a persone aggressive e delinquenti. Nel 1930, la capoeira venne liberalizzata entrando a far parte del folklore nazionale del Brasile. L’arte della capoeira è una delle più alte espressioni folcloristiche ed artistiche del Brasile. Quest’antica lotta di liberazione, deriva da una danza, in Brasile viene praticata da tutti, bambini, donne uomini e la si può vedere per le strade, negli spettacoli e nelle palestre. In tante canzoni popolari e moderne la parola capoeira ricorre ed evocare qualsiasi simbolo di questo grande Paese.

dse
Nella foto, in alto: praticanti di capoeira all’opera

Stefania Monciardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.