Print

Posted in:

CoronaVirus, CoronaCaos e CoronaUomo

trasferimento

Stiamo vivendo rinchiusi nelle abitazioni e terrorizzati dai media, che comunicano che il famigerato Covid 19 sta facendo 500/1000 morti al giorno, una creatura invisibile, impercettibile. Ci svegliamo e andiamo subito a guardare il bollettino peggio che di guerra in tv su internet ecc… In giro la desertificazione, il deserto dalle latitudini equatoriali ha traslocato nelle metropoli dove la vita, ieri frenetica, oggi addormentata ci sta stretta. Ci chiediamo: cosa succede? In una parola CoronaCaos, perché le interpretazioni dell’avvenimento sono molteplici e soprattutto molto discordanti. Di chi è la colpa? In cina avvisano che è colpa del pipistrello mangiato dall’uomo, no è stato il virus manipolato nel laboratorio di Whan, no è colpa del 5 g, e in Granbretagna i così detti complottisti, bruciano le nuove antenne. No è colpa dal vaccino, a Bergamo hanno fatto tutti il vaccino e ora stanno morendo. Chi dice: ascolta, vogliono la crisi economica mondiale per distruggere tutti e tutto perché siamo in troppi. Ah attenti ai portatori sani quelli sono gli untori, ma va attenti ai malati certi escono a fare la spesa e sono malati. Aspetta, facciamo il tampone e vediamo chi ce l’ha, no hanno detto che il tampone non è veritiero. Altra news: New York il guardiano dello zoo contagia la tigre. Accendi la radio e diversi Dottori danno pareri, pareri discordanti, la scienza che fine ha fatto? Chi dice che è solo un raffreddore e chi invece peggio della peste. Parla il farmacista, il virologo e l’omeopata e anche il radiologo. Il vaccino è pronto, bene , testiamolo sui militari, e ma loro non si prestano a fare i cavia. Ecco anche la matematica, uno più uno fa otto. Quando ti fermano per il controllo digli che tu puoi fare come vuoi, e anzi chiedigli tu di identificarsi. Si perché il decreto del presidente è anticostituzionale, chi lo ha votato a quello.

caos

Ora parlo Io. Gli ospedali sono in crisi, la gente è in crisi. Si siamo in crisi a partire dalla salute, quella mentale, l’uomo non sa più che qual’è la verità, cosa è ovvio e cosa no. Faccio una riflessione. Sul pianeta siamo più di sette miliardi di persone e quasi tutti viviamo contro natura. Cosa crediamo che la natura ci tollererà ancora per molto? La natura ha messo in atto il suo piano per liberarsi del CoronaUomo. L’uomo non si ferma davanti a nulla per i suoi obbiettivi: soldi, successo e sesso. Disposto ad uccidere e calpestare il suo prossimo. Siamo arrivati all’apice dell’egoismo, dell’orgoglio le due grandi malattie di questo secolo. Dico: aspettiamoci tempi peggiori la natura non si fermerà. L’uomo non migliorerà. E’ la fine del CoronaUomo.

Claudio Barattucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *