Print

Posted in:

Carla Rossi. Nuova socia del Lions Club “All’Arco della Pace” di Milano

Screenshot_20201212-101309_Photos

 Screenshot_20201212-105152_Google

Nella foto, in alto: il famoso ristorante “I Caminetti del Sempione” di Milano

Giovedì 22 ottobre 2020 si è svolta, presso il rinomato ed elegante ristorante storico “ I Caminetti del Sempione “ (via Procaccini, 60) a Milano, la cerimonia di apertura dell’Anno Lionistico 2020/’21 del Lions Club Milano “All’Arco della Pace”, del distretto 108 IB4. Tanti gli ospiti intervenuti in sala per adempiere, con la loro presenza, ai valori etici del Club. Durante la serata la nostra direttrice, la dottoressa Carla  Rossi, è stata ufficialmente investita del titolo di membro ufficiale del Club. Carla, ha subito colto, con calore, la proposta dell’amica dottoressa Nadia Tamburlin di essere parte operosa del Lions Club “All’Arco della Pace” di Milano.

Screenshot_20201212-101931_Photos

Carla Rossi, con lo stendardo del Lions Club “All’Arco della Pace”

Madrina di Carla Rossi, la dottoressa Tamburlin, è  da sempre membro attivo, già socio fondatore e past President del Club. Ancora, attuale Presidente del Comitato Soci. E, tra le altre cose, è tra i pochi  soci che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento “Melvin Jones” per la pro attività sociale manifestata nel tempo.  La dottoressa Nadia si è dimostrata, da subito, entusiasta nel proporre la candidatura a nuovo membro alla nostra direttrice. Della Rossi, la dottoressa Tamburlin, ha dichiarato : “Oltre che un’amica, per me Carla è segno tangibile di un’anima rivolta al sociale. Una persona che non si spreca nell’aiutare gli altri. Sempre attenta ai bisogni del prossimo e sempre predisposta a donare il proprio tempo per instradare chiunque ne abbia bisogno.  Persona molto sensibile alle difficoltà sociali. Carla è una persona che testimonia senza indugio i valori etici dello statuto del Lions Club.

Screenshot_20201212-112618_WhatsApp

Nella foto, in alto: la dottoressa Nadia Tanburlin, madrina di Club  di Carla Rossi

Mancando la figura del giornalista, con l’ingresso di Carla, il Club può dirsi soddisfatto di annoverare tra i propri soci una figura professionale di tale portata.  Carla con la sua penna, potrà portare nel mondo tutta la bellezza che l’associazione desidera condividere in termini di principi etici e umanitari. Dalla creazione e promozione di uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo alla sola promozione dei principi di buon governo e di buona cittadinanza”.

Screenshot_20201212-101747_Photos

Nella foto, in alto: il dottor Claudio Cusato, medico militare e presidente del Club “All’Arco della Pace”

Lo statuto del Lions Club è chiaro e definito. Cristallino è stato il Presidente in carica LC All’Arco della Pace, il dottor Claudio Cusato, delegato dalla stessa Tamburlin che non ha potuto fisicamente presenziare all’investitura dell’amica Carla, a ribadire i principi saldi dello statuto del Club.

“ PARTECIPARE attivamente al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità. UNIRE i club con vincoli di amicizia, fratellanza e comprensione reciproca. FORNIRE un luogo di dibattito per discussioni aperte su tutte le questioni di interesse pubblico, ad eccezione di argomenti di carattere politico e religioso che non saranno discussi dai soci di club. INCORAGGIARE le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro comunità senza scopo di lucro e a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale negli affari, nell’industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici e nel comportamento in privato. Tutti principi che la nostra direttrice, in un elegantissimo abito nero, ha accettato di rappresentare facendosi a tutto tondo garante di osservare lo statuto vigente. Con la sua libera adesione la nostra Carla ha accettato di rappresentare il Lions Club in tutte le sue vesti con diligenza e altissima onestà intellettuale.

img_3208

Nella foto, un alto: l’Arco della Pace di Milano

A nome mio e di tutta la redazione di “Mondomarziale spia il mondo”, un abbraccio carico di stima alla nostra Carla e un doveroso ringraziamento alla dottoressa Nadia Tamburlin per aver scelto l’anima bella della nostra direttrice a rappresentare questo meraviglioso ed esclusivo Club. LC all’Arco della Pace. Distretto 108 IB4.  Milano. Concludiamo, di seguito, con la biografia della nuova socia: Carla Rossi, nata a Milano, nel luglio del 1959, da mamma abruzzese e padre milanese “doc”. Dopo gli studi universitari umanistici in giurisprudenza e il master di  giornalismo (per carta stampata) si è dedicata alla scrittura collaborando con importanti quotidiani quali “Il Giorno”, “La Notte”, “Il Telegiornale di Vesigna”, ecc. E con altrettanti importanti “magazine” di famose case editrici quali “Oggi”,“Tuttoturismo”, “Tutto Cavallo”, “Samurai”, ecc. Prima di darsi completamente al giornalismo, ancora, ha lavorato, per oltre dieci anni, all’Ufficio Legale e Contenzioso presso un noto Istituto di Credito milanese. Realizzando in pochi anni una brillante carriera. Da qui si è dimessa per seguire la sua  passione per il giornalismo. Ad oggi, con dei soci, possiede una testata online, a carattere internazionale, con sede a Milano e a Londra. Il suo nome è “Mondomarziale spia il mondo.org”. Nata nel 2007, iscritta al tribunale di Milano, oggi “Mondomarziale spia il mondo.org” è un “daily small week” (quotidiano della settimana corta). Unico in Italia nel suo genere. Le argomentazioni sono varie. Notizie e articoli di tutti i tipi e da tutto il mondo! Dal turismo alla cronaca. Dalla musica alla finanza. Dalla medicina al wellness. Dallo sport alla cultura. E così  via… Da giovane, atleta di arti marziali. Scherma, a livello agonistico. E attualmente, invece, pratica il karate stile Shotokan, con il grado di cintura nera. Da sempre impegnata anche nel sociale, collega di Mario Furlan, col quale ho collaborato e collaboro.

Cards_Presidential_WeServe_2Color-1

Ma il motivo della scelta Lions? In primis, per la serietà del Club. Famoso in tutto il mondo. In secundis, senza dubbio, per andare incontro alle categorie non abbienti e diventare un punto di riferimento per la comunità. In poche parole, per tener  fede al famoso adagio lionistico “We serve!”. 

Thomas Tolin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *