Print

Posted in:

Shike Giacomo Spartaco Bertoletti. Un “curriculum” marziale di gran nota

Nella foto, in alto: Shike Giacomo Spartaco Bertoletti, alias GSB

Conosciamo più da vicino il fondatore e presidente della W.J.J.F. (World Ju Jitsu Federation)

Il dottor Giacomo Spartaco Bertoletti, inizia la pratica marziale a 12 anni con la lotta greco-romana e la scherma (fioretto). Inizia il karate Shokukai, che si evolverà in Sankudo e Sankukai con il M.o Jean Michael Baroche, una delle prime cinture nera del M.oYoshinao Nanbu nel 1960. Pratica judo e kendo, ma soprattutto ju jitsu di estrazione giapponese Yoshin Ryu. Praticherà anche Shotokan nella scuola del M.o Hiroshi Shirai (yudanshakai) e Masaru Miura. Nel 1976, con la fondazione e presidenza della W.J.J.F. (World Ju Jitsu Federation) con Soke Robert Clark, inizia i suoi lunghi viaggi in Giappone ed entra nella scuola Hontai di Saburo Masanori Minaki, 17° Patriarca, grazie ad una presentazione di So Shihan Eiji Ogasahara dove rimarrà sino alla morte di Soke Minaki (1986) Riceve il 7° dan Kyoshi nel 1984 dallo stesso M.o Sabuno Minaki, dove si allenava anche, in segreto, Soke Fumon Tanaka (Nippon Koden Kobudo). Nel 1997 gli viene concesso l’ottavo dan da Soke/Sosai Kunio Tatsuno della Sheshinkai di Osaka. Nel 2004 gli viene rilasciato il 9° dan dal Presidente della J.J.I.F., Paul Hoglund. La sua carriera culmina nel 2005 con la consegna, il 25 aprile a Venezia, del titolo di 5° Shike della Scuola KodenENSHINRYU HonmonENSHINRYU-BUJUTSU, titolo onorifico, dinastico che pochi occidentali hanno potuto ottenere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.