Print

Posted in:

Ozono e Ozonoterapia

Che cosa è l’ozono? E’ un gas la cui  molecola  è composta da tre atomi d’ossigeno. La molecola dell’ozono ha una caratteristica struttura chimica che la rende particolarmente reattiva e giustifica il suo singolare comportamento a livello biologico. L’ozono tende a trasformarsi, in particolari condizioni, nella molecola base di ossigeno, O2, aumentando quindi  la disponibilità dell’ossigeno stesso o interagire con le molecole di altre sostanze. L’ozono, grazie al suo potere ossidante, è utilizzato per sbiancare, disinfettare e rendere l’acqua potabile. Lo stesso, unito a forme reattive dell’ossigeno, viene prodotto naturalmente dai globuli bianchi ed è in grado di distruggere corpi estranei, neutralizzando l’agente invasore. Si  ritiene che per le sue potenti proprietà ossidanti, possa essere utile contro le infiammazioni. Nella seconda metà del 1800, l’ozono veniva impiegato per la disinfezione delle sale operatorie e somministrato per il trattamento della tubercolosi. Nella prima guerra mondiale, lo si utilizzava per curare le ferite e gli effetti dei gas  venefici.

presenza ozono nella nostra stratosfera
Nella foto, in alto: Ozono, gas naturale della nostra atmosfera

L’ozonoterapia è una tecnica che sfrutta le proprietà dell’ozono combinato con l’ossigeno, per stimolare e. aumentare i meccanismi di protezione nei confronti della produzione di radicali liberi e di sostanze tossiche per le cellule. Attiva la circolazione di tutti i tessuti favorendo il rilascio dell’ossigeno agli stessi, svolgendo così diverse azioni: analgesica, antinfiammatoria, antivirale, antibatterica, antimicotica, immunomodulante stimolando la rigenerazione dei tessuti stessi. Nell’utilizzo medicale, l’ozono (O3), viene prodotto attraverso un apparecchio che genera un flusso di energia elettrica.

ernia del disco
Nella foto, in alto: ernia discale

L’ozonoterapia è praticata per la cura di diverse malattie e somministrata con diverse modalità.  L’ozono è molto usato per trattare disturbi alla colonna vertebrale e alle grandi e piccole articolazioni del corpo. La terapia si pratica in modo mini-invasivo attraverso l’utilizzo di aghi ultrasottili che portano la miscela di ossigeno-ozono a livello del muscolo para-vertebrale lombare o nel tessuto sottocutaneo dove è presente l’infiammazione e il dolore.

imagesCAC1FFBZ
Nella foto, in alto: Immagine della colonna vertebrale

E’ doveroso ricordare che non sempre il trattamento con ozonoterapia ha dato risultati validi e pertanto non ha ottenuto un consenso scientifico.

Michele Bianchi, medico chirurgo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.