Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

L’Arte Sublime ed Estrema dei Punti Vitali

punti_vitali

Autore: Fujita Saiko – Henry Plee
Editore: Edizioni Mediterranee

“Punti vitali: due parole che celano tutta la magia delle arti guerriere, che evocano una sapienza iniziatica spesso mistificata. È un’Arte Sublime perché straordinaria ed unica; è un’Arte Estrema perché terribilmente efficace!” L’autore nacque a Tokio nel 1898 come Isamu Fujita, e venne definito come l’ultimo vero ninja, il suo maestro di ninjutsu Koga-ryu fu il nonno, fu anche giornalista oltre che specialista della sicurezza governativa e insegnante dello stile Koga-ryu e di altre arti marziali anche a personaggi famosi, nel 1958 scrisse questo libro che venne poi tradotto e pubblicato nel 1972 e ripubblicato ventisei anni più tardi con il titolo attuale e con la partecipazione di Henry Plée. Il Libro è diviso in quattro parti o libri, nella prima parte vengono spiegati i motivi per cui è nato il Centro Giapponese delle Tecniche Guerriere Ataviche e una sintesi della storia del Giappone; in seguito si presentano i principi di azione dei punti vitali a la storia ad essi legata. Nella seconda parte vengono riprodotti senza modifica alcuna gli archivi segreti ancestrali di 32 ryu tra le più celebri del Giappone, quelli di Shaolin, del Sumo e del Buyo. Nella terza parte si trova il risultato del lavoro condotto dal comitato di ricerca, partendo dagli esperimenti effettuati dai più grandi medici e maestri di arti marziali.
La quarta e ultima parte è completamente dedicata alla pratica, come usare le nostre 33 armi naturali per toccare, percuotere e colpire i punti; insegna il “modo d’impiego” dell’Arte dei punti vitali, come allenarsi, le tecniche segrete – higi – e i princìpi profondi – okuden -, per poi concludere con la parte “sublime” dell’Arte dei punti vitali: una filosofia e un modo di vivere.

Il Libro è un opera unica che fa il punto su questo mondo misterioso, di facile e piacevole lettura nonostante gli argomenti trattati, quello che è difficile comprendere è spiegato nelle note a piè pagina.

Giuliano Regiroli

 

Share, , Google Plus, Pinterest,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *