Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Fisico superbo seguendo il Muller

Nella foto, in alto: il nostro medico, dr. Ennio Pasquinucci, nel suo ambulatorio di Milano

Il più celebre medico dell’antichità, Ippocrate, aveva già compreso che le malattie non capitano come un fulmine a ciel sereno, ma sono la conseguenza di tanti piccoli errori quotidiani che si sommano gli uni con gli altri.

Nella foto, in alto: il grande Ippocrate, il medico per antonomasia

Per un’igiene di vita non basta una semplice passeggiata anche se effettuata tutti i giorni, bensì occorrono esercizi che mettano in movimento tutti i muscoli, occorre un sonno ristoratore di sette o otto ore ogni notte per diminuire le tossine assunte durante il giorno e la pratica di metodi preparatori ormai sperimentati che possono basarsi o su esercizi yoga comequelli dei 5 tibetani, o sul tai-chi, o sul metodo di ginnastica personale del Muller. Spesso mi sono chiesto perché tante persone si rassegnino a restare deboli, o malaticce quando basta solo un po’ di sforzo per mantenersi sani e robusti. Con il metodo del Muller che ho riscoperto studiando la storia dell’educazione fisica, si può avere un fisico superbo senza l’uso di attrezzio la frequenza di palestre, o l’utilizzo di preparatori atletici personali. Il Muller, che nel 1914 vinse il primo premio nella gara di cultura fisica dell’Unione Atletica Internazionale, riportò ben 125 vittorie nelle più dure discipline sportive. Aveva un corpo virile che assomigliava alle statue greche.Fra le sue regole quasi monastiche segnalo il dormire ben coperti in una stanza con una temperatura al massimo di 15 gradi perché altrimenti il corpo perde ogni forza e resistenza, e l’abolizione del la maglia di lana perché aveva contribuito a creare la freddolosità della generazione dell’epoca. Molte persone prendono spesso raffreddori non perché sono insufficientemente coperte, ma perché lo sono troppo e portano indument itroppo pesanti. La ginnastica quotidiana del metodo Muller, essendo a corpo libero e non avendo quindi bisogno diattrezzi può essere praticata da ogni atleta nella sua abitazione. Ho provato gli esercizi illustrati di Muller sul libro “Il mio sistema”

a cura di Sergio Pivetta, edito da Sperling&Kupfer e li considero di facile comprensione ed esecuzione. Sono ancora attuali dopo cento anni esatti dalla loro pubblicazione e utili e interessanti per ogni preparazione atletica domiciliare perché per eseguirli bastano una sedia, un tappetino, un asciugamano e tanta volontà. Provare per credere!

Share, , Google Plus, Pinterest,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *